Seminari 2012-2013

 

 Seminario Estivo

 

“LE PAROLE CHE NON SO DIRE" 
Viaggio nella Poesia attraverso il TeatroDanza

e la Scrittura Creativa

 

Da lunedì 1 a venerdì 5 luglio 2013

 

Condotto da 

Mariacristina Capaccio e Giorgia Montani

 

Tutti i giorni dalle 20.30 alle 23.30

(totale 15 ore)

 

“Alcuni dicono che quando è detta la parola muore.

Io dico invece che proprio quel giorno comincia a vivere”.
Emily Dickinson

 

 

 

Un Seminario che sarà un’esperienza carica dell'energia che nasce dal divertimento

e dalla complicità, dall’ascolto e dalla comunicazione di emozioni e sensazioni.

Si partirà dal TeatroDanza, utilizzando alcune poesie già scritte, per poi giungere a una personale “scrittura”, sia con il corpo che con la penna! Dopo averle dimenticate le parole che compongono la poesia verranno depositate nel “magazzino” della memoria e il corpo darà forma al pensiero. Con questo seminario sarà sottolineata l’importanza del lavoro gestuale più primitivo e immediato, un lavoro basato sulla semplicità.

 

“OGNI MOVIMENTO CHE FACCIO E’ UNA PICCOLA OPERA D’ARTE,
IO STO AGENDO COME UN ARTISTA.

ATTRAVERSO IL MIO CORPO COMUNICO ALLO SPETTATORE

LA MIA ENERGIA INTERIORE E LA MIA FORZA.”

 

Ai partecipanti si richiede di portare una breve poesia di Emily Dickinson (non a memoria)

E' consigliato un abbigliamento comodo.

Seminario “SCRITTURA E COSTRUZIONE DEL PERSONAGGIO”

condotto da Gigi Gherzi

 

Venerdì 16 Novembre dalle 19.30 alle 23.30 - Sabato 17 Novembre dalle 13.30 alle 18.30 - Domenica 18 Novembre dalle 11.00 alle 19.00

(totale 18 ore)

 

Il seminario affronta il tema dell'approccio alla costruzione del personaggio. Partiremo da due monologhi shakespeariani. A ogni attore verrà chiesto di cercare un suo rapporto personale con il testo e con il personaggio. Questo avverrà attraverso il metodo di lavoro dell'attore-autore, che concepisce la recitazione di un ruolo come un incontro tra la scrittura drammaturgica di partenza e la complessità biologica, culturale, artistica che ogni attore esprime. Questo si tradurrà nella costruzione di un sottotesto autorale per ogni attore, nella scoperta personale di quali sono i rimandi, le associazioni, i ricordi biografici, le esperienze umane e culturali che per ogni attore si rapportano a quel testo. Testo e sottotesto autorale dialogheranno nella costruzione del personaggio, sviluppando un'attitudine attoriale alla ricerca di una chiave personale di lettura e d'interpretazione. Il lavoro inizierà con un'approfondita analisi drammaturgica del testo, che permetta al singolo attore di capirne a fondo la struttura, di individuare le forze principali che lo muovono, di poter cominciare a lavorare da subito, con semplicità, con il testo. Si passerà quindi ad esercizi di scrittura e d'improvvisazione guidata tesi ad individuare il sottotesto personale di ogni singolo attore, che prenderà poi forma in un piccolo materiale scenico. La recitazione di brani del monologo, montati seguendo le modalità specifiche del lavoro da attore-autore di ogni singolo partecipante, chiuderà questo primo percorso di esplorazione sulla creazione del personaggio.

 

Gigi Gherzi, nasce a Milano nel 1955. Inizia la sua attività teatrale negli anni 1974-1977 allinterno del movimento dei teatri di base. Dal 1977 al 1979 fa parte come attore della compagnia Teatro del Sole di Milano. Nel 1979 esce dal gruppo e inizia unattività di insegnamento teatrale(seminari per studenti, insegnanti, gruppi teatrali di base e di formazione dellattore), collaborando con la Provincia di Milano e con il Teatro Quartiere di Piazzale Cuoco. Contemporaneamente fonda il Teatro Scomposto, allinterno del quale lavora come drammaturgo, regista ed attore, e con cui realizza alcuni spettacoli presentati nei circuiti del Teatro di Ricerca. Nel 1989 incontra Roberto Corona e Monica Mattioli con cui forma la compagnia Corona-Gherzi-Mattioli con cui realizza, firmando i testi e la regia di diversi spettacoli. Collabora come regista e drammaturgo con altre compagnie teatrali tra cui Assemblea Teatro di Torino, Pandemonium Teatro di Bergamo, La Ribalta di Merate, Teatro Mummpitz di Norimberga e molti altri. In Particolare nel 2011 realizza Report dalla città fragile, attore e autore dello spettacolo per la regia di Pietro Floridia, prodotto da Olinda e ITC-Teatro dell'Argine di Bologna.

 

Seminario “IL PERSONAGGIO”

di Arianna Scommegna

 

Weekend 2 e 3 Marzo dalle 14 alle 19

(totale 10 ore)

 

Uno degli aspetti che mi incuriosisce di più del lavoro teatrale dell’attore è la nascita e la fondazione di un personaggio; quando cammino per la strada, sul metrò, negli autobus mi perdo letteralmente a osservare le persone, gli esseri umani, come camminano, come leggono il giornale, le loro espressioni di gioia, di dolore, di ansia; mi incanto a guardare la gente che incontro, è una passione e se la metropolitana non fosse così claustrofobica sarebbe la mia seconda casa. Forse è un po’ anche per questo che amo questa città che tanti chiamano brutta, forse perchè c’è tanta di quella gente da incontrare, da seguire, da imitare...una meravigliosa varietà di casi umani! Di tutte le parti del mondo!! Ed è proprio a Milano che è avvenuta la mia formazione teatrale: alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi ho avuto la fortuna di incontrare Gabriele Vacis, Gigi Dall’Aglio, Armando Punzo, Giampiero Solari, Maria Consagra e i miei compagni dell’ATIR che da sedici anni ormai mi accompagnano in questo viaggio del teatro. Da qui viene la mia storia e da qui nasce e si fonda il mio lavoro; quello che io faccio nel laboratorio è continuare ad approfondire questa mia curiosità per la natura umana; il laboratorio per me è ancora una volta un’occasione di incontro dove lavorare insieme ad altri per raccontare e costruire personaggi; dico costruire perchè in certi momenti lo trovo un po’ come un lavoro da muratori: prima metti le fondamenta e poi piano piano tiri su le impalcature e i muri fino alle decorazioni, agli affreschi...

 

Scheda informativa del laboratorio

Training fisico e vocale:

esercizi di riscaldamento del corpo, direzioni nello spazio;

esercizi di respirazione, studio dei risuonatori vocali.

Boxe teatrale, esercizi di azione - reazione a coppie e corale.

Costruzione di un personaggio e del suo contropersonaggio partendo dallo studio di un animale, di un oggetto, di una canzone.

Analisi di un testo, ritmo tono e volume.

Improvvisazione.

 

Il seminario si da come obiettivo quello di arrivare alla costruzione di almeno un personaggio per ogni partecipante.

 

Cosa portare al seminario

Avere un monologo a propria scelta tratto da un testo teatrale. Va saputo a memoria perfetta, meglio se mai utilizzato in spettacoli o laboratori teatrali.

Trovo utile portare dei costumi (una giacca, una gonna o un vestito ) o elementi di costumi (un cappello, una sciarpa…) a propria scelta da tenere a disposizione durante il lavoro. La scelta dei costumi, visto che non si sa ancora quale personaggio si andrà a fare, sarà ovviamente dettata da un gusto personale e potrà magari essere utile per il personaggio di un altro compagno del seminario.

 

Come vestirsi

Avere una base di lavoro comoda che consenta di fare qualsiasi tipo di esercizio fisico ma che sia il più neutra possibile, sarebbe meglio evitare maglie con scritte particolarmente vistose o tute da ginnastica.

 

Arianna Scommegna, si diploma alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, di Milano, corso attori. Nel 1996 fonda con altri l’associazione teatrale ATIR con cui attualmente lavora come attrice e formatrice. Ha lavorato con G. Dall’Aglio. Cristina Pezzoli, Gabriele Vacis. Beppe Rosso e Teatrinmovimento.

Conduce seminari sulla recitazione attraverso training fisico e vocale a Milano presso le scuole: Campo Teatrale, Faro Teatrale e Teatri Possibili. Partecipa ad un laboratorio permanente per portatori di handicap fisici e-o psichici con ATIR e Comunità Progetto.

 LABORATORIO DI GESTUALITA' E MOVIMENTO

condotto da Alessandro Larocca e Andrea Ruberti

 

Venerdì 19 Aprile dalle 21.30 alle 23.30

Sabato e Domenca 20-21 Aprile dalle 14.00 alle 20.00 (totale 14 ore)

 

Il laboratorio fornisce la possibilità di approfondire ogni aspetto della comunicazione non verbale, quindi l’espressione corporea. Il gesto inteso come recupero della memoria, come ricerca espressiva, come strumento di dialogo fra universo interiore e realtà circostante, strumento che ci permette di contattare la nostra creatività e di indagare i modi della socializzazione.

Il seminario ha per obiettivo:

-          conoscenza e controllo delle possibilità del corpo e del suo utilizzo espressivo

-          acquisizione di elementi base della tecnica mimica (metodo Etienne Decroux) finalizzata alla pantomima, improvvisazione, caratterizzazione, ricerca del personaggio e comicità del gesto.

 

PROGRAMMA: Training fisico: allenamento funzionale – analisi e scomposizione del movimento – esercizi di conoscenza e controllo di tono, equilibrio, ritmo e respirazione – esercizi di mobilizzazione e tonicità muscolare.

Tecnica mimica: manipolazione, camminate, contrappesi, punti fissi, spinte e traini ecc.

Acrobazia: acrobazia base (capovolte, verticali, salti….)

Lavoro espressivo del corpo: in questa fase verranno proposti dei temi di ricerca elaborati attraverso improvvisazioni ed esercitazioni al fine di stimolare la creatività dell’allievo ( il mondo interiore e il mondo esterno, il rapporto con l’oggetto, la relazione con gli altri, la musicalità del corpo, la costruzione dello spazio scenico, mimo drammatico- mimo comico….)

 

Alessandro Larocca, socio della compagnia teatrale Quelli di Grock. 

Formazione: Diploma presso la Scuola di Teatro Quelli di Grock

Laboratori e seminari: “Clownerie”, laboratorio condotto da J. Melville “Clownerie”, laboratorio condotto da J. Edwards, seminario di narrativa condotto da M. Driss.

Seminario di Drammaturgia, condotto da B. Stori - “Mimo and clownerie”, laboratori condotti da N. Rae. Seminario con J. Murphy Mummenshanz theatre, Studia danza con S.Baccari – T.Weykel – Cristine Perrot

Insegnamento: Mimo ed espressione corporea presso la Scuola di Teatro Quelli di Grock Teatro: Autore do L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA – CON LA TESTA FRA LE NUVOLE Festival naz. e internaz.: TODI- SANTARCANGELO-MONTALCINO-AVIGNONE-MESS-SARAJEVO-BIH-STOCCARDA-LISBONA EXPO 98 - BIENNALE di LIONE Jeunes Publics- tournèe per Consolato Italiano in ARGENTINA- URUGUAY-MILKWAY TORONTO-SZENE BUNTE WAHNE-VIENNA

Radio - Cinema – TV: DOOR FILM PRODUCTION PINK PALACE PARADISE BEACH, regia di M. Door - CECCHI GORI FILM A.A.A.ACHILLE, regia di G. Albanese - RAI 3 TRASMISSIONE FORZATA, con D. Fo, F. Rame e E. Iannacci - MEDIASET BENEDETTI DAL SIGNORE, con E. Greggio ed E. Iacchetti - O LA VA’ O LA SPACCA, con E. Greggio ed E. Iacchetti